Used Toys Dream Rare Nissan Gt R Test Car Tomica ntmfdk368-Modellini statici di auto, furgoni e camion

Spark Porsche 911 GT1 n 26 Winner 24h du Mans 1998 1/18 18LM98
Lamborghini Huracan LP 610-4 Arancio Borealis/Metallico Arancione Pearl 2014 Preparazione Concorsi Carabinieri

Schuco 1075 Brabham Ford BT 33 Matra Formel 1 very near mint in box SUPERB
Hpi Racing HPI8316 NISSAN GT-R R35 TEST CAR 2010 1:43 Modellino

I ricercatori della Fondazione Veronesi
2019

Maisto 1/18 scale Diecast - LAMPOL Lamborghini Diablo 30th Converted Police car

Akihiro Maeda

1:18 Autoart 2015 Aston Martin V12 Vantage S Meteorite Argento

La ricerca in numeri

WESTERN MODELS 1/43 WMS54 - 1950 ALFA ROMEO VILLA D'ESTE COUPE - rosso Le borse di studio che sosteniamo

Newsletter

Ilario Contatto 1/43 - Mercedes 300 SL Rappresentanza 1952 Small Porte Iscriviti alla Newsletter

I tool della salute

1:18 Precision Miniatures - 1950 FORD giallo Cab taxi-rarità

AREA DOWNLOAD

1:18 ERTL quasi Furious Paul Walker 1993 TOYOTA SUPRA ORO-NUOVO IN SCATOLA ORIGINALE
Apollo Arrow arancia Top Marques Collectibles 1/18 TOP47A
Ignition ModeI Headliner HL0806 Alpine Renault A110 1800 1 '73 Tour de Corse BL
1/43 eidaigrip TC-2 - Kenworth auto portante, American TRANSPORTER DIE-CAST Giappone

Maura Massimino per Gold for Kids

Hot Wheels 25th Anniversary And Vintage Lot 13 Of 11 carded Custom Mustangs

Da non perdere

TEKNO DENMARK NO.413 VW T1-FYFFES BANANER-
Bugatti Type 57S 1938 Chassis 57.591 1:43 Look Smart LS402A Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Nuovo Drake 2x8 Dolly & 5x8 Swingwing Trailer Diecast 1:50 bianca / rosso ZT09176

Un anticorpo monoclonale, il teplizumab, potrebbe ridurre la distruzione delle cellule beta del pancreas nei pazienti ad alto rischio (chi ha già un parente malato)

12-06-2019
Hot Wheels rossolines verde Bye Focal «Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

«Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

Da oggi disponibili in rete i video realizzati dagli adolescenti in cura (o curati) all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per rispondere ai dubbi dei coetanei che si ammalano di cancro

10-06-2019
V Tekno FORD TAUNUS TRANSIT Ambulanza con barella - 415

L’ingiustificata euforia di una partita inutile spinge Ancelotti a sbagliare formazione. Creativo nei fuochi d’artificio, l’allenatore chiede più che al Napoli a se stesso troppi favori. Il primo, dimentica la squalifica di Allan e Koulibaly, due colossi in fare difensiva. Secondo, offre un imbarco da ultimo minuto a Verdi, che arriva come un figurante di ultima fila proprio a Bologna, dove aveva lasciato discreti ricordi. Terzo, rimette in vetrina Insigne, ogni riferimento al mercato non è casuale. Ancelotti è uomo di coraggio, e ora ne trova ancora di più. Con consapevole imprudenza lascia fuori Callejon, un vigile inflessibile della fascia destra, per far posto ad un sempre più scolorito Verdi. Non lo trova invece Mertens, tra i migliori per prontezza e ubiquità tattica contro l’Inter. I vizi strutturali sono mascherati nei primi 25 minuti dal Napoli ben disposto in fase attiva. Crea molto, tira spesso, sbaglia troppo. Insigne insiste con il suo interno destro, tentativi deboli e fuori porta. Il Bologna concede campo, ma ha gli uomini giusti per recuperarlo presto. Pulgar e Dzemail spingono e marcano. Sono i due mediani del 4-2-3-1. Soriano e l’inossidabile Palacio si uniscono al coro per lanciare Santander, bravo in fase difensiva e audace nelle ripartenze, puntuale per il primo gol di testa. Il Napoli aveva più volte rischiato sulle palle alte con difesa mai piazzata e senza Koulibaly. Inevitabile il raddoppio di Dzemaili con un tiro perentorio a palla scoperta, perché il Napoli si sfilaccia ad ogni assolto del Bologna. Ancelotti si pente della sua incauta generosità con Verdi e Insigne. Sono i primi che elimina. Perché impalpabili in avanti e assenti in fase difensiva. Verdi non è Callejon, come Insigne non vale l’ultimo Mertens. Di più: Luperto non è Koulibaly, Albiol perde nel gioco alto, Zielinski non è Allan, Younes si incarta con la palla finché non trova a chi darla, solo Fabian Ruiz dà qualche lampo di genio, per emergere nella ripresa, prova ad essere l’anima di una più equilibrata. Callejon attiva il suo settore, sull’altro versante Ghoulam si candida per una grande stagione, non è un caso che segni lui il primo gol. Milik apre spesso a destra per lasciare spazio a Mertens, e non è un caso che assegni lui il secondo, ispirato da Younes che per una volta sa a chi dare la palla, l’esclusione di Dzemali slega Zielinski che coglie il 27esimo palo. Se i numeri contano, la classifica chiude con 79 punti, 12 meno dell’anno scorso e qualche bocciato. Un nome: Verdi. Ma Insigne e Milik sono a malapena rimandati.

Lamborghini Huracan LP610-4, matte-Gris, 1:43, AUTOart
Condividi:
Top Marques 1/18 Subaru Impreza S7 555 WRT TOP037B  
Plymouth Barracuda AAR 1970 Modello Diecast Auto A1806106

News dalla Fondazione

Minichamps Toro Rosso Ferrari STR11 GP Bahrain 2016 Verstappen 33 1/18 Nuovo
Super Rare JAPAN Kuroneko Yamato Minicar 6 units Road seat TOMICA MINT F/S 6Y
AUTOart 1/18 Honda NSX Type R '92 Indy giallo Pearl finished product 10-06-2019

Aperto il bando per i finanziamenti alla ricerca 2020

NEW AUTOart 1/18 Lexus LC500 Metallic giallo / BLK Door Open Close 78847
Kyosho 1/18 Datsun 240Z Faarossoi
Ricordate MODELLO FERRARI 250 GTO ROSSO CON BANDIERA ITALIANA Stripe 28-05-2019

Fondazione Umberto Veronesi al Festival della fantascienza