2018 ALEX BOWMAN 88 AUTOGRAPHED NATIONWIDE CAMARO ZL1 1:24 1024 MADE ntuwlf418-Modellini statici di auto da corsa

TEAM CALIBER OWNERS SERIES 1:24 2005 17 LIMITED EDITION MATT KENSETH TAURUS
RACING CHAMPIONS BILL ELLIOTT 94 [1/24 SCALE] '33 FORD COUPE McDonald's Promo Preparazione Concorsi Carabinieri

1:24 ACTION NASCAR CLASSICS 2015 1998 59 KINGSFORD MONTE CARLO JIMMIE JOHNSON
Action 1996 Blane Johnson Alcohol Fuel Dragster  Travers Special 1:24 scale

I ricercatori della Fondazione Veronesi
2019

2007 David Reutimann Autographed Rookie Car 00 Burger King 1/24

Akihiro Maeda

ART MODEL 1/43 SCALA ART145-FERRARI 290MM Buenos Aires 1957-A. De Portago

La ricerca in numeri

1:24 ACTION 2018 9 MOUNTAIN DEW LITTLE CAESARS CAMARO CHASE ELLIOTT 1/589 NIB Le borse di studio che sosteniamo

Newsletter

43 Richard Petty STP Pontiac Grand Prix 1:18 DIECAST NASCAR CAR Iscriviti alla Newsletter

I tool della salute

Toyota Celica GT4 Valmet 1000 Laghi Rally 1995 2 KANKKUNEN 1/43 Trofeu 709

AREA DOWNLOAD

Minichamps PORSCHE 911 gt3 RS Barber Park 250 04 04696 Jeannette
1:18 Ertl Nascar 28 Dale Jarrett T-Bird 'Texaco' Limited Edition 1/4000
FERRARI sf16-h 2016 Sebastian ciabatta/BBURAGO 1:18

Da non perdere

F1 rosso BULL rb6 ciabatta 2010 World Champion Brazilian 1/43 Minichamps 410100205
Lot Of 3 1:24 Scale NAPA AUTOPARTS Ron Hornaday NASCAR racecars 1 3 Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Diabete di tipo 1: un farmaco «ritarda» l'arrivo della malattia

Oak Pescarolo-Judd no. 24 LMP 1 LEMANS 2011

Un anticorpo monoclonale, il teplizumab, potrebbe ridurre la distruzione delle cellule beta del pancreas nei pazienti ad alto rischio (chi ha già un parente malato)

12-06-2019
PORSCHE 997 gt3 R Hybrid no. 92 Zhuhai ILMC 2010 «Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

«Tumorial», la serie di video che spiega il cancro ai ragazzi

Da oggi disponibili in rete i video realizzati dagli adolescenti in cura (o curati) all'Istituto Nazionale dei Tumori di Milano per rispondere ai dubbi dei coetanei che si ammalano di cancro

10-06-2019
Quartzo 1/43 SCALA WC07-F1 TYRRELL CAMPIONE DEL MONDO 1971 J. Stewart

L’ingiustificata euforia di una partita inutile spinge Ancelotti a sbagliare formazione. Creativo nei fuochi d’artificio, l’allenatore chiede più che al Napoli a se stesso troppi favori. Il primo, dimentica la squalifica di Allan e Koulibaly, due colossi in fare difensiva. Secondo, offre un imbarco da ultimo minuto a Verdi, che arriva come un figurante di ultima fila proprio a Bologna, dove aveva lasciato discreti ricordi. Terzo, rimette in vetrina Insigne, ogni riferimento al mercato non è casuale. Ancelotti è uomo di coraggio, e ora ne trova ancora di più. Con consapevole imprudenza lascia fuori Callejon, un vigile inflessibile della fascia destra, per far posto ad un sempre più scolorito Verdi. Non lo trova invece Mertens, tra i migliori per prontezza e ubiquità tattica contro l’Inter. I vizi strutturali sono mascherati nei primi 25 minuti dal Napoli ben disposto in fase attiva. Crea molto, tira spesso, sbaglia troppo. Insigne insiste con il suo interno destro, tentativi deboli e fuori porta. Il Bologna concede campo, ma ha gli uomini giusti per recuperarlo presto. Pulgar e Dzemail spingono e marcano. Sono i due mediani del 4-2-3-1. Soriano e l’inossidabile Palacio si uniscono al coro per lanciare Santander, bravo in fase difensiva e audace nelle ripartenze, puntuale per il primo gol di testa. Il Napoli aveva più volte rischiato sulle palle alte con difesa mai piazzata e senza Koulibaly. Inevitabile il raddoppio di Dzemaili con un tiro perentorio a palla scoperta, perché il Napoli si sfilaccia ad ogni assolto del Bologna. Ancelotti si pente della sua incauta generosità con Verdi e Insigne. Sono i primi che elimina. Perché impalpabili in avanti e assenti in fase difensiva. Verdi non è Callejon, come Insigne non vale l’ultimo Mertens. Di più: Luperto non è Koulibaly, Albiol perde nel gioco alto, Zielinski non è Allan, Younes si incarta con la palla finché non trova a chi darla, solo Fabian Ruiz dà qualche lampo di genio, per emergere nella ripresa, prova ad essere l’anima di una più equilibrata. Callejon attiva il suo settore, sull’altro versante Ghoulam si candida per una grande stagione, non è un caso che segni lui il primo gol. Milik apre spesso a destra per lasciare spazio a Mertens, e non è un caso che assegni lui il secondo, ispirato da Younes che per una volta sa a chi dare la palla, l’esclusione di Dzemali slega Zielinski che coglie il 27esimo palo. Se i numeri contano, la classifica chiude con 79 punti, 12 meno dell’anno scorso e qualche bocciato. Un nome: Verdi. Ma Insigne e Milik sono a malapena rimandati.

Bugatti EB 118 Genf 2000 1:43 AUTOart 50922
Condividi:
Johnny Lightning Chevy Nova Customizing Kit  
TOP 43 SCALA 1/43 pressofusione - 0061 RENAULT 20 PARIS DAKAR RALLY 1982

News dalla Fondazione

Cooper T53 Nº 6 GP US 1961 R. Penske SPARK S3512 1:43
1:18 scale Welly 1969 Ford Mustang Boss 302 in Dark Marina blu - BNIB, VHTF
Bugatti Vitesse Grand sport cabriolet arancia 1/18 Rastar
Subaru Impreza WRC B.Thiry / S.Prevot Winner Rally Madeira 1999 - Troféu Rral49
EBBRO 43889 PORSCHE 956 1000 KM NURBURGRING 1983 N 3 1.43 28-05-2019

«Dona le tue rughe»: la campagna a sostegno delle donne col cancro

SPARK S2542 CORVETTE C6 ZR1 Corvette Racing N 74 LM1 28-05-2019

Fondazione Umberto Veronesi al Festival della fantascienza